Stress test

La BMW S 1000 RR fa incetta di pareri positivi. La rivista Töff ha sottoposto il missile della Casa bavarese a un’analisi spietata di debolezza. Luogo dell’evento: l’anello nord del Nürburgring.

Lo stress inizia già prima della partenza per l’Inferno Verde: la borsa posteriore BMW, la softbag, capiente a sufficienza per un viaggio in hotel, non è però abbastanza generosa per il mio equipaggiamento da campeggio... Ma è poi proprio necessario far della S 1000 RR un animale da soma? No. Tuttavia è lecito chiedersi come si possa andare in giro con questa supersportiva.

Chi vuol passare per l’Inferno Verde?…

…nello stress test TÖFF deve innanzitutto affrontare il dilemma bagagli. Già, perché per il test TÖFF sull’anello nord, il viaggio di andata - in autostrada e per strade extraurbane tortuose sulla moto carica di tutti gli utensili da viaggio necessari - è tradizionalmente d’obbligo. All’arrivo poi inizia l’altra tortura, non meno faticosa, per uomo e macchina: l’Inferno Verde.

Sul circuito di 20,8 km più difficile al mondo, concepito in realtà come pista di prova per l’industria automobilistica, Töff testa ormai da sei anni le moto. Farcito con più di 70 curve, salite massime fino al 17% e discese dell’11%, odiose schiene d’asino, curve di inseguimento e altre cattiverie del genere, il circuito mette implacabilmente in evidenza ogni piccola debolezza.

Le insidie di una supersportiva

Ma una cosa alla volta! Che stress test sarebbe se la quattro cilindri bavarese non avesse potuto scalpitare dal nervoso già sullo stretto passaggio del Reno? Nel viaggio d’andata, s’intende, giacché come per tutti i bolidi di questo genere, i viaggi non sono la disciplina d’eccellenza della versione «S». Anche l’esemplare e persino variabile ergonomia BMW può far poco contro polsi doloranti e collo rigido dopo una tappa di 400 km.

Gut im Strassenalltag: Die Traktionskontrolle DTC wird von ABS-Sensoren und einem Schräglagen-Fühler mit Daten versorgt.
Una moto per tutti i giorni: i dati per il controllo della trazione DTC vengono forniti da sensori ABS e da un sensore di inclinazione.
Cosa si fa con una moto da 200 CV sulle serpentine bagnate di pioggia del Taunus? Proprio quello! Prima di tutto uno se la fa addosso! Tirare con mooolta cautela il cavo e non irrigidirsi! Finché a un certo punto si viene comunque distratti dal bel paesaggio. Solo allora si ringrazia la tanto lodata elettronica BMW: race ABS e traction control permanenti e combinabili, premendo un pulsante, con le quattro diverse modalità di intervento della gestione motore: rain, sport, race e slick. Questa è indubbiamente una prestazione finora senza pari in questo segmento.

Finalmente in pista!

Via! Il numero di giri corre verso gli 8000 – l’ago del tachimetro indica 200. Penso: «Adesso decolla» e infatti s’impenna proprio: in quarta basta un piccolo dosso per far alzare la «S» per un momento. Poi scalo in seconda per entrare nel carosello e quindi rimetto la quarta per arrivare alla Hohe Acht. Che libidine!

Dunque, dopo 800 km sull’anello nord, una cosa è certa: BMW è veramente riuscita a fare un colpo da maestro senza mai passare per l’apprendistato. Con 193 CV e una complessa elettronica di regolazione, la sfacciata di Monaco si catapulta, meritatamente, ai vertici della categoria delle supersportive.

Potenziale di crescita nei dettagli

Ma anche alla prima della classe bavarese non va poi meglio che alle altre: asfalto ondulato, umidità, pioggia, sole, forti oscillazioni termiche – nelle condizioni dell’anello nord non è facile trovare un assetto adatto alla «S». Vero, con un assetto più morbido va meglio, ma all’accorciarsi dei tempi sul giro la «S» risponde come vuole lei.

Lo stress test TÖFF dimostra che anche il capolavoro tedesco è passibile di migliorie su alcuni dettagli importanti. Per quanto riguarda il consumo, però, il lamentarsi ai massimi livelli trova finalmente un suo lieto fine: sulle strade extraurbane ha un consumo taccagno di 5,5 l e quindi l’autonomia è di oltre 300 km. Alcuni piloti da turismo cominceranno a sudare…

BMW S 1000 RR su MotoScout24

630 / 630 1

Parlate con